venerdì 5 agosto 2016

Anello del Monscera estivo

Bellissimo giro ad anello in val Bognanco con puntatina nel Vallese svizzero.
Laghetto nei pressi della bocchetta Gattascosa
Laghetto nei pressi della bocchetta Gattascosa

Siamo a san Bernardo, nell'ampio piazzale sterrato davanti al rifugio, in valle Bognanco, laterale della val d'Ossola, i parcheggi sono gratuiti.
Come arrivare: si percorre la SS del Sempione e si prende l'uscita Domodossola sud; seguendo le numerose indicazioni si continua per la valle Bognanco e la si risale fino ad arrivare a San Bernardo. Dopo la chiesetta la strada si fa sterrata e conduce al parcheggio.


Avendo ammirato i bellissimi ed immensi spazi aperti di questo angolo di valle Bognanco in occasione della ciaspolata che avevo fatto quest'inverno non vedevo l'ora di organizzarmi una bella passeggiata estiva. Dato per punto di riferimento l'anello invernale con lago di Ragozza, rifugio Gattascosa, lago e passo del Monscera, rifugio il Dosso e rientro a san Bernardo Link alla "racchettata", per l'occasione ho fatto una deviazione alla bocchetta Gattascosa, al confine con la Svizzera ed al piccolo Tschawinersee, nel vallese (molto bella e consigliata).
La partenza dell'escursione rispetto alla gita con le racchette da neve può avvenire poco più in alto, dal rifugio san Bernardo, dove c'è un ampio piazzale per parcheggiare. La segnalazione è abbondante e chiara e s'inizia seguendo l'ampia gippabile per il lago di Ragozza ed il rifugio Gattascosa; dopo pochi minuti di cammino s'incontra la deviazione, sulla destra, che porta a proseguire la passeggiata su sentiero per lo più nel bosco di larici. Si sale con pendenze mai troppo elevate fino ad arrivare ad un'ampia area paludosa, la torbiera di Gattascosa, che si attraversa con una passerella in legno realizzata recentemente: con il diradarsi del lariceto si può ammirare il panorama, una volta attraversato il pianoro, dopo un tratto di salita, si arriva al lago di Ragozza in una quindicina di minuti.
Il rifugio Gattascosa, ben inserito nel panorama con la sua struttura in pietra è ormai molto vicino. Al rifugio gli escursionisti sono numerosi, un paio di cani fanno da vedetta e controllano chi arriva. Di fianco al caseggiato ci sono i cartelli indicatori tra cui quello per la bocchetta di Gattascosa che decidiamo di prendere; appena a monte un suggestivo sistema di canali interamente in legno porta l'acqua al rifugio. Dopo il primo tratto d'ascesa vale la pena di lasciare il sentiero per la bocchetta (che continua a destra) per portarsi sulla collinetta sulla sinistra dove si gode un bel panorama sul Gattascosa e la valle sottostante; appena più avanti si può ammirare dall'alto anche il lago di Ragozza. Tornati sui propri passi si arriva dopo pochi minuti di buona salita al grande masso che segna il passaggio di confine con la Svizzera: la bocchetta di Gattascosa a 2156 m s.l.m. I sentieri sono ben marcati con bolli bianchi e rossi, così, oltre la bocchetta, continuiamo sul sentiero principale pensando di trovare un bivio per il passo del Monscera, il paesaggio è davvero maestoso, le tre cime del trittico del Sempione spiccano tra le altre vette. A pochi minuti c'è un piccolo laghetto che merita una deviazione per fare un po' di fotografie mentre continuando a camminare per una mezz'ora scarsa si arriva ad uno specchio d'acqua più grande: è il Tschawinersee piccolo, come ci dicono un paio di ragazzi che stanno andando al passo di Oriaccia. Evidentemente mancano le paline con i cartelli di direzione così, dopo una bella e panoramica sosta mangereccia ritorniamo al rifugio Gattascosa (scoprirò dopo che la deviazione per il passo è a due passi dalla bocchetta) ripercorrendo a ritroso il percorso fatto per salire. Prendendo il sentiero sperimentato in occasione della gita con le ciaspole si arriva al passo del Monscera dopo una breve e segnalata camminata passando di fianco ad un altro lago (lago di Monscera): il percorso non è per nulla faticoso e ripaga ampiamente per l'ulteriore deviazione.
Passando di fianco all'altra sponda del lago si ridiscende verso il sentiero principale che riporta, dopo essere passati per il rifugio il Dosso, a san Bernardo (con possibilità di tagliare la gippabile passando per il bosco). Se la gita è di enorme suggestione paesaggistica non va dimenticato anche un importante elemento storico: il percorso è parte infatti di una via d'interesse storico, il sentiero Stockalper, via commerciale che metteva in comunicazione l'Italia ossolana con il vallese svizzero, fattibile in più giorni di cammino da Domodossola a Gondo. La via prende il nome dal barone Stockalper che attorno al 1630 risistemò e rese sicura l'antica via di origini medioevali, rendendola la via principale di comunicazione tra nord e sud Europa: il percorso prevedeva il passaggio proprio per il valico di Monscera. Stockalper creò anche un organizzato sistema postale completo di stazioni di posta con stalle per cavalli: il servizio consentiva di recapitare una lettera da Milano a Ginevra in 8 giorni d'estate e 10 giorni in inverno.
Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.
Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!      
Passerella sulla torbiera Gattascosa
Ambra sulla Passerella sulla torbiera Gattascosa

Lago di Ragozza
Lago di Ragozza

Lago di Ragozza

Lago di Ragozza

Sentiero per il rifugio Gattascosa
Sentiero per il rifugio Gattascosa

Fioriture in val Bognanco


Rifugio Gattascosa
Rifugio Gattascosa

Rifugio Gattascosa

Rifugio Gattascosa
Rifugio Gattascosa visto dall'alto

Lago di ragozza dall'alto
Lago di ragozza dall'alto

Lago di ragozza dall'alto
Lago di ragozza dall'alto

Stelle alpine
Stelle alpine vicine alla bocchetta Gattascosa

bocchetta Gattascosa
Foto ricordo alla bocchetta Gattascosa, confine italo svizzero

bocchetta Gattascosa
bocchetta Gattascosa

Vallese svizzero
Vallese svizzero

Laghetto poco oltre la bocchetta Gattascosa
Laghetto poco oltre la bocchetta Gattascosa

Laghetto poco oltre la bocchetta Gattascosa

Trittico del Semepione
Trittico del Semepione

Piccolo Tschawinersee
Piccolo Tschawinersee
Tornando al rifugio Gattascosa
Tornando al rifugio Gattascosa

Canali in legno in vaL Bognanco
I canali in legno del rifugio Gattascosa

Verso il lago e passo del Monscera
Verso il lago e passo del Monscera

Lago del Monscera
Lago del Monscera

Verso il passo del Monscera
Verso il passo del Monscera

Verso il passo del Monscera
Verso il passo del Monscera

P
Incontri al lago del Monscera
Incontri al lago del Monscera

Incontri al lago del Monscera

Dal passo verso il lago di Monscera
Dal passo verso il lago di Monscera

Lago di Monscera
Lago di Monscera

Ponticello sulla via del ritorno per san Bernardo
Ponticello sulla via del ritorno per san Bernardo




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...