venerdì 12 febbraio 2016

Sacro Monte di Varallo Sesia

Visita al sacro Monte di Varallo Sesia, patrimonio dell'Umanità dal luglio 2003.
Sacro Monte di varallo Sesia  con la basilica
Sacro Monte di varallo Sesia  con la basilica 

Siamo a Varallo Sesia, in Piemonte, provincia di Vercelli. Parcheggio facile e gratuito nei pressi dell'edificio religioso (all'inizio del percorso pedonale per il Sacro Monte di Varallo).
Come arrivare: Varallo Sesia non è distante da Borgosesia e dal lago d'Orta. Dalla costa piemontese del lago Maggiore ci si può dirigere verso Gravellona Toce e successivamente proseguire per Omegna  dove si prende la SP46 (sulla costa occidentale del lago d'Orta) e successivamente la SP78. Da Arona si prende l'A26 e si esce a Ghemme/Romagnano Sesia proseguendo per Borgosesia e quindi per Varallo. Per arrivare alla chiesa si seguono le indicazioni per il Sacro Monte (via pedonale), l'edificio si trova vicino alla stazione della funivia, proprio ai piedi del luogo Sacro.

E' il più antico, vasto e ricco, per numero di cappelle ed opere d'arte, tra i Sacri Monti dell'arco alpino, davvero imperdibile al di là dell'aspetto puramente religioso e di fede. Affascinante dal punto di vista panoramico ed architettonico, per essere compreso appieno deve comunque essere inserito nel contesto storico in cui nacque e si sviluppò, nel corso di oltre due secoli di lavori.
L'idea originaria di allestire un percorso Sacro a Varallo Sesia fu di un frate francescano, Benedetto Caimi, che, di ritorno da un viaggio in Palestina, pensò di riprodurre le vicende sacre a beneficio dei fedeli che non potevano recarsi in Terra Santa (viaggio peraltro divenuto assai pericoloso). Il progetto si sviluppò a partire dal 1491, tra i numerosi esponenti artistici che vi lavorarono il posto d'onore spetta senz'altro a Gaudenzio Ferrari che vi lavorò dal 1499 (anno della morte di Caimi). Valsesiano di Valduggia (sul sito ne abbiamo già parlato con l'articolo dedicato alla chiesa di Santa Maria delle Grazie sempre a Varallo Sesia Link) Gaudenzio Ferrari mise a frutto le sue capacità artistiche (che andavano dalla pittura alla scultura all'architettura), sua l'idea di affiancare affreschi e statue in terracotta, per una narrazione plastica e di grande effetto dei fatti narrati.
Del Ferrari sono le scene della natività, dell'arrivo dei Magi della Pietà e della Crocefissione.
L'imponente opera, molto ben accolta da Carlo Borromeo (che le diede il nome di “Nuova Gerusalemme”), fu portata avanti da diversi altri valenti artisti rinascimentali tra cui Bernardino Lanino (allievo di Gaudenzio Ferrari), Giulio Cesare Luini, Galeazzo Alessi, Melchiorre d'Enrico, Antonio d'Enrico, il Tabacchetti, Rocca Gherardini, Fermo Stella. Alcuni numeri danno l'idea dell'imponenza e della complessità dell'opera: 45 cappelle, 800 statue in legno e terracotta (a grandezza naturale), 4000 figure realizzate a fresco. Interessante è anche l'imponente basilica con la facciata di gusto elettico realizzata da Giovanni Cerutti (ottocentesca), il bel portale in bronzo e l'interno barocco con l'altare maggiore di Benedetto Alfieri e oltre 140 statue (con i lavori di costruzione che presero il via nel 1614). Il Sacro Monte di Varallo è raggiungibile a piedi con un percorso di una ventina di minuti che parte dal centro città, con una funivia rimessa in funzione recentemente (Link all'articolo sul sito) ed in automobile. Il percorso pedonale è diviso in due parti: una prima con le cappelle che vanno dalla N° 1 alla N° 19 immersa nel verde del parco, una seconda sulla sommità del monte con le rimanenti cappelle a formare una vera e propria cittadina con piazze, palazzi e porticati. La Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Varallo può essere visitata anche con l'ausilio di guide professioniste regolarmente abilitate (la casa delle guide si trova all'ingresso del Sacro Monte in piazza G. Testori.
Se sei appassionato d'arte, sul blog trovi numerosi post ed itinerari dedicati a questo argomento, oltre all'apposita sezione "Patrimonio dell'Umanità"  dedicata ai luoghi dichiarati tali dall'Unesco con diversi altri Sacri Monti, i castelli di Bellinzona e l'area del monte san Giorgio.
Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanità, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.  Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!   

 
Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Sacro Monte di Varallo Sesia
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...