sabato 23 gennaio 2016

Ciaspolata Fusio Lago del Sambuco

Breve giretto sulla neve da Fusio al lago di Sambuco nell'alta Vallemaggia.
Lago del Sambuco con la neve
Il lago di Sambuco in versione invernale

Siamo a Fusio, frazione del comune di Lavizzara, poco a monte di Mogno dove si trova la famosa chiesa realizzata da Mario Botta.

Come arrivare: la val Lavizzara è una delle numerose diramazioni della Vallemaggia, a oltre 50 chilometri da Locarno, dopo aver oltrepassato Bignasco e Peccia risalendo la cantonale, tenendo sempre la destra, si arriva a Mogno e pochi chilometri più a monte a Fusio. Si può parcheggiare all'esterno dell'abitato, sulla strada che sale al lago alla fine del tratto pulito dagli spazzaneve.


L'anno scorso avevo dedicato un post (Link) al lago del Sambuco con i bellissimi laghetti che si trovano lungo il percorso che porta al lago di Naret: l'intenzione iniziale era quella di ciaspolare su quel percorso, facendo delle foto con la neve. Le folate di vento gelate, giunto al lago di Sambuco, mi hanno però convinto a rientrare, la passeggiata che presento è così breve e dal limitato dislivello, indicatissima a chi indossa le racchette da neve per le prime volte. L'itinerario può tranquillamente seguire la strada che porta al lago di Sambuco salendo in maniera continua e graduale senza costringere a fare sforzi eccessivi; volendo è possibile fare un taglio "fuoripista" per rendere l'escursione un pochino più "avventurosa". Il paesaggio è davvero incantevole e tutto da gustare; dopo una prima breve galleria, subito dopo il primo tornante, se ne incontra una seconda, sempre scavata nella roccia ed è quella che avevo fotografato, piena di stallattiti di ghiaccio, con Ambra davanti, quando avevo fatto l'itinerario, sempre con le ciaspole, che sale a Fusio da Mogno (Link). Poco oltre s'incontra il bivio con il sentiero che scende proprio verso Mogno e si continua tenendo a sinistra fino a scorgere, dopo pochi tornanti l'imponente mole della diga e dopo un'ultimo, piccolo sforzo, il lago del Sambuco (un'ora circa di cammino dalla partenza).  
Come dicevo all'inizio fa davvero freddo e, soprattutto tira un vento fastidiosissimo, che mi consiglia di tornare. Scendendo incontro diversi altri escursionisti e faccio alcune deviazioni per fare un po' di foto; il tragitto breve (alle 12,30 sono di ritorno all'auto) ha i suoi risvolti positivi: scendendo a valle mi ricordo di un paese , sempre in valle Lavizzara, che non ho ancora visitato, Brontallo. E' davvero delizioso, probabilmente tra i più bei borghi dell'intera Vallemaggia e sarà il tema di uno dei prossimi articoli. 
Se ti piace camminare, sul blog trovi numerose passeggiate con distanze e dislivelli per tutti i gusti (Link); In Homepage trovi tutti i post in ordine cronologico e diversi tag che rimandano ai principali argomenti.
Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!      
 
Fusio, punto di partenza della ciaspolata per il lago di Sambuco
Fusio, punto di partenza della ciaspolata per il lago di Sambuco, Ambra con un amico cane

Valle Lavizzara innevata
Valle Lavizzara innevata

Ambra nella neve

Cappelletta nella neve
Cappelletta nella neve, poco prima della diga del lago di Sambuco

La diga del lago di Sambuco
La diga del lago di Sambuco

La diga del lago di Sambuco

La diga e il lago di Sambuco
La diga e il lago di Sambuco
Strada per il lago di Sambuco
Strada per il lago di Sambuco, si gela


Ambra nella neve

Ghiaccio

Ambra nella neve

Valle Lavizzara color seppia

Baite nella neve in valle Lavizzara

Valle Lavizzara color seppia

Baita e neve

Valle Lavizzara color seppia

Neve
Neve

Neve

Ambra nella neve della val Lavizzara
Ambra nella neve della val Lavizzara

Ambra nella neve della val Lavizzara

Neve

Lago del Sambuco virato seppia
Lago del Sambuco virato seppia


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...