lunedì 14 settembre 2015

Alpe di Neggia (1395 m s.l.m.) - Monte Tamaro (1962 m s.l.m.).

Escursione al monte Tamaro partendo dall'Alpe di Neggia.
Il panorama salendo al monte Tamaro dall'Alpe di Neggia
Il panorama salendo al monte Tamaro dall'Alpe di Neggia

Siamo all'Alpe di Neggia, in Canton Ticino; ampio parcheggio gratuito all'inizio dell'escursione.
L'Alpe di Neggia è raggiungibile dalla costa ticinese del lago Maggiore salendo da Vira Gambarogno oppure dalla costa lombarda, salendo da Maccagno dopo aver attraversato tutta la Valle Veddasca italiana e varcato il confine poco a monte di Indemini.
Ero già salito al monte Tamaro, raccontandolo ovviamente sul sito (Link), attraverso il sentiero che parte dall'Alpe Foppa (che si raggiunge in funivia da Rivera) e rappresenta una parte della famosa traversata Lema – Tamaro. L'itinerario da Neggia è probabilmente ancora più affascinante, ricco di bellezze naturalistiche e panoramiche molto varie.

Lasciata l'auto al passo, dove i parcheggi sono comodi e numerosi, si trova subito il cartello con l'indicazione per il monte Tamaro (sul sentierino che porta al rifugio); la previsione, di 1 ora e 45 minuti, può considerarsi abbastanza giusta ed il tracciato è sempre evidente e segnalato. L'ascesa inizia subito e ben presto possiamo ammirare l'Alpe con il lago Maggiore e il Gambarogno (link alla passeggiata da Biegno) prima di qualche tratto nel bosco che porta alla capanna di Tamaretto. La salita regala bellissime panoramiche sulla valle Veddasca, con i suoi due versanti ed il lago Maggiore sullo sfondo e sulla dorsale Lema Tamaro mentre sulla sinistra si ammira un altro spicchio di Verbano con davanti il Poncino della Croce; i bivi principali sono due, il primo con il sentiero che porta proprio al Poncino (si procede a destra, segno di vernice su di un masso), il secondo, con i classici cartelli gialli, offre l'alternativa di salire al Tamaro in maniera diretta (svolta a destra) o passando per il rifugio Tamaro. Io scelgo la via più rapida, che è anche quella un pochino più ripida ma comunque non esposta e che permette di raggiungere la vetta in circa venti minuti. Dalla cima, dove è posizionata la tradizionale croce, il panorama, a 360°, è davvero spettacolare, con lago Maggiore e di Lugano, Gradiccioli e monte Lema ma anche monte Rosa e tantissime altre cime, impossibili da nominare tutte. Per il rientro è possibile scendere verso la capanna Tamaro per poi svoltare a sinistra per recuperare il sentiero evitato all'andata.
Panorama con Alpe di Neggia, lago Maggiore e Monte Gambarogno
Panorama con Alpe di Neggia, lago Maggiore e Monte Gambarogno

Il lago Maggiore salendo al Tamaro
Il lago Maggiore salendo al Tamaro

In lontananza il monte Lema
In lontananza il monte Lema

Sentiero Neggia monte Tamaro

Sentiero Neggia monte Tamaro

Panorama sulla valle Veddasca

Bivio per la vetta del monte Tamaro
Bivio per la vetta del monte Tamaro

Lago Maggiore e Poncino della Croce
Lago Maggiore e Poncino della Croce

Croce di vetta del Monte Tamaro
Croce di vetta del Monte Tamaro

Croce di vetta del Monte Tamaro

Panorama dal monte Tamaro
Panorama dal monte Tamaro verso il lago di Lugano

Poncino della Croce
Poncino della Croce

Sentiero alpe di Neggia Tamaro

Sentiero alpe di Neggia Tamaro

Panorama dal sentiero per  il Tamaro
Tamaro, Poncino della Croce, Locarno, Ascona e Piana di Magadino

Panorama su valle Veddasca e lago Maggiore
Panorama su valle Veddasca e lago Maggiore

Alpe di Neggia, fontanile
Alpe di Neggia, fontanile e rifugio

Alpe di Neggia, l'inizio del sentiero per il monte Tamaro
Alpe di Neggia, l'inizio del sentiero per il monte Tamaro

Alpe di Neggia
Alpe di Neggia
+

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...