venerdì 9 gennaio 2015

Brinzio (510 m s.l.m.) - Martica (1032 m s.l.m.) - Chiusarella (915 m s.l.m.) - Rasa - Brinzio

Bella escursione ad anello a carattere paesaggistico e storico.

Panorama dal monte Chiusarella
Lo splendido panorama dal monte Chiusarella

Siamo a Brinzio, piccolo comune in provincia di Varese all'interno del parco regionale del Campo dei Fiori. Ampio parcheggio gratuito nei pressi del semaforo in centro paese.
Brinzio si trova sulla SP62 tra la frazione Rasa di Varese e Rancio Valcuvia a circa 11 km dal capoluogo.


Brinzio (510 m s.l.m.) - Martica (1032 m s.l.m.) - Chiusarella (915 m s.l.m.) - Rasa - Brinzio
La facile passeggiata Ganna – Brinzio è stata una delle prime escursioni che ho pubblicato sul blog; percorrendola, si incontra, proveniente da Bedero Valcuvia, uno dei sentieri che portano alla vetta del monte Martica, il N° 15. Da tempo mi proponevo di salire a questa cima piuttosto nota ai ciclisti (vi salgono principalmente da Bregazzana seguendo la comoda mulattiera militare) mi è così venuto naturale ripercorrere questo tracciato al posto del più diretto sentiero N° 14 che parte ugualmente dal centro di Brinzio. Lasciata l'auto nell'ampio piazzale proprio dietro la parrocchiale, dopo un breve tratto in via Roma si prosegue per via Trieste, passando davanti al museo Etnografico e si continua per via Sasselli, prendendo successivamente a destra al bivio della cappelletta. Seguendo le numerose indicazioni si procede in direzione Valicci/Belvedere/Ganna fino ad incontrare, sulla destra, il bivio di cui parlavo prima (prestare attenzione al cartello in legno del parco regionale Campo dei Fiori). Seguendo l'evidente via, segnalata e di discreta pendenza, si arriva ad incontrare il sentiero N° 14 (1 ora circa dalla partenza) giungendo alla meta in un'altra ventina di minuti. Sulla Martica, che ha due cime si trovano i resti di postazioni “in barbetta” (allo scoperto) relative alla linea Cadorna concettualmente simili a quelle del monte Piambello). Seguendo le indicazioni si può a questo punto seguire il sentiero per il belvedere per poi tornare sui propri passi e procedere lungo la strada militare che conduce, in discesa, a Bregazzana. Dopo aver camminato per lo più nel bosco la mulattiera, con diverse possibilità di tagli e scorciatoie, regala finalmente begli scorci panoramici. Il bivio per il Chiusarella, segnalato ed evidente, porta in vetta in dieci/quindici minuti.
La vista, ben conosciuta ai varesini, è davvero impagabile con il Campo di Fiori proprio di fronte, il Poncione di Ganna, la Motta Rossa, Brinzio ed i laghi. Dopo l'immancabile e doverosa sosta, con firma del libro di vetta, il giro ad anello continua tornando sulla mulattiera (scendendo dal versante opposto di salita) e facendo attenzione al bivio per la frazione Rasa di Varese mal segnalato: si trova, sulla destra, in località Pian Valdes, poco prima della bacheca del Parco Regionale. Giunti al grazioso borgo, meritevole di una visita, ci si inoltra per le viuzze seguendo i segnali bianchi e rossi per Brinzio. La strada asfaltata torna presto sterata e conduce il località Motta Rossa dove incrocia
la SP 62 che va attraversata per ritrovare, sulla sinistra, il sentiero che conduce in centro a Brinzio.


Meridiana a Brinzio
Meridiana sulla parrocchiale di Brinzio

Brinzio e il Campo dei Fiori
Brinzio e il Campo dei Fiori

Linea Cadorna sul Monte Martica
Linea Cadorna sul Monte Martica

Linea Cadorna sul Monte Martica

La strada militare Martica Bregazzana
La strada militare Martica Bregazzana

Panorama dal monte Chiusarella
Panorama dal monte Chiusarella

Panorama dal monte Chiusarella
Motta Rossa, Brinzio, lago Maggiore e Monte Rosa

Panorama dal monte Chiusarella
Campo dei Fiori e Monte Rosa

Panorama dal monte Chiusarella

Monte Chiusarella

Panorama dal monte Chiusarella

Rasa di Varese
Rasa di Varese

Rasa di Varese
Rasa di Varese: abitazione privata

Rasa di Varese: lavatoio
Rasa di Varese: lavatoio


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...