lunedì 24 novembre 2014

Cortaccio (1067 m s.l.m.) - Capanna al Legn (1785 m s.l.m.) - Limidario (2188 m s.l.m.)

Bellissima escursione al Limidario, una delle cime più alte e panoramiche del lago Maggiore.

Pluviometro poco sotto la vetta del Limidario
Pluviometro poco sotto la vetta del Limidario

Siamo a Brissago, in canton Ticino, in località Cortaccio. Piccolo parcheggio riservato agli escursionisti poco prima dell'inizio del sentiero.
Brissago si trova tra Ascona e Cannobio, al confine tra Italia e Svizzera. Per raggiungere il punto di partenza della camminata bisogna prendere la strada che sale sui monti proprio di fronte alla chiesa della Madonna di Ponte (via Costa di Fuori, successivamente via Ghiridone) e percorrerla fino alla fine.
 
Ci sono diverse vie per raggiungere la vetta del Limidario (chiamato dagli svizzeri Gridone o Ghiridone) partendo sia dal territorio italiano, in valle Cannobina, che elvetico, da Brissago. Se le escursioni dal Piemonte sono in generale più lunghe, si sviluppano su un dislivello piuttosto elevato e necessitano il passaggio su tratti esposti, quelle in canton Ticino sono decisamente più abbordabili e fattibili da tutti (attorno ai 1200 metri di dislivello in meno di 10 chilometri di cammino). I sentieri più utilizzati in zona Brissago prevedono la partenza da Mergugno e Cortaccio, si congiungono poco prima di arrivare alla capanna al Legn (bel rifugio, inaugurato nel 1995, sempre aperto e ben tenuta) e si equivalgono come lunghezza e difficoltà.

Lasciata l'auto nello spazio riservato agli escursionisti si risale la strada asfaltata e si incontrano le indicazioni per il sentiero con tempo di percorrenza per il Gridone decisamente pessimista (oltre 5 ore); dopo un tratto nel bosco, gli scorci panoramici sulle isole di Brissago e la costa ticinese del lago Maggiore sono numerosi, mentre a monte, in lontananza, si scorge la sagoma del rifugio. A Penzevrone, dopo circa 1 km e 300 m, si incontra un bivio: si può tranquillamentre prendere a destra (sentiero descritto come molto ripido, indicazione discretamente pessimista come la precedente) raggiungendo in meno un'ora il sentiero che proviene da Mergugno e subito dopo la capanna. Qui la sosta è d'obbligo, un po' per riprendere fiato e fare scorta d'acqua ma soprattutto per ammirare il panorama, decisamente incantevole. Interessante il sito con molte notizie utili e la storia della costruzione di rifugio e croce di vetta del Gridone (Link).

Con indicazioni ben evidenti si prosegue l'escursione verso la Bocchetta di Valle, dove si segue a sinistra (a destra si raggiunge la cima del Fumadiga altra vetta panoramica). Una cinquantina di metri più a monte si incontra un nuovo bivio che consente di raggiugere la base della cima del Limidario con due differenti percorsi (e val la pena farli tutti e due all'andata e al ritorno): conviene proseguire a destra facendo in salita i due bei canali rocciosi. Con un ultimo sforzo tutto su lastroni rocciosi si raggiunge finalmente la croce di vetta con indimenticabile panorama a 360° (dalla capanna indicativamente ci si impiega 1 ora e 30 min). La vista il 25 ottobre, giorno che sono salito con Eva ed Ambra, per ricordare Floriano un amico che qui riposa, è davvero particolare e spettacolare: in alto il cielo blu, più in basso un mare di nuvole da cui emergono solo le cime più alte. Per il ritorno una volta raggiunta la base della cima si evita il canale roccioso fatto all'andata procedendo dritti (bolli evidenti bianchi e rossi) fino a raggiungere il pluviometro e successivamente la bocchetta di Valle per poi scendere alla capanna al Legn e a Cortaggio con il sentiero utilizzato all'andata.

Sentiero Cortaccio Capanna al Legn
Sentiero Cortaccio Capanna al Legn: torre in sassi dove un tempo c'era un estemporaneo rifugio per le guardie doganali

Sentiero capanna al Legn Limidario
Sentiero capanna al Legn Limidario

Sentiero capanna al Legn Limidario

Sentiero capanna al Legn Limidario

Sentiero capanna al Legn Limidario

Sentiero capanna al Legn Limidario

Sentiero capanna al Legn Limidario

Sentiero capanna al Legn Limidario
Eva ed alcuni dei numerosi escursionisti incontrati

Sentiero capanna al Legn Limidario
Secondo canalone roccioso, verso i piedi della cima del Gridone

Un mare di nuvole, sullo sfondo emerge il monte Rosa
Un mare di nuvole, sullo sfondo emerge il monte Rosa

Ci sono anch'io, in alcune foto che mi ha fatto Eva (grazie mille)

Ultimo tratto, prima della croce di vetta
Ultimo tratto, prima della croce di vetta

Croce di vetta Limidario/Gridone/Ghiridone

Croce di vetta Limidario/Gridone/Ghiridone
Croce di vetta Limidario/Gridone/Ghiridone: Eva, Ambra, Mario

Croce di vetta Limidario/Gridone/Ghiridone

Croce di vetta Limidario/Gridone/Ghiridone
Eva e Ambra

Un mare di nuvole

Panorama con pluviometro
Panorama con pluviometro

Un mare di nuvole
Un mare di nuvole

Pluviometro
Pluviometro

Lago Maggiore scendendo verso Cortaccio
Lago Maggiore scendendo verso Cortaccio

Betulle

Pecore sulla strada

Pecore sulla strada



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...