lunedì 16 giugno 2014

Il Sacro Monte di Orta

Visita ad un luogo dichiarato dall'Unesco patrimonio dell'umanità.

Sacro Monte di Orta: il pozzo
Sacro Monte di Orta: il pozzo

Siamo ad Orta san Giulio, sul lago d'Orta, in provincia di Novara. Parcheggi numerosi e gratuiti all'esterno del sito.
Come arrivare: la strada per il sacro Monte si trova a poche decine di metri dalla rotonda, posta sulla Strada Statale 229, che conduce al paese di Orta San Giulio: poco dopo aver imboccato la deviazione per il borgo (provenendo da Omegna bisogna svoltare a destra, provenendo da Gozzano/Borgomanero a sinistra) la si incontra, ben segnalata, sulla sinistra.



Ci sono davvero tanti motivi per visitare il Sacro Monte d'Orta, con le sue 20 cappelle ricche di affreschi e statue in terracotta a grandezza naturale e la chiesa di san Nicola di Mira. Il primo motivo è squisitamente religioso: luogo di fede e meta di pellegrinaggio, racconta la vita di S. Francesco d'Assisi (e questa è già una particolarità in quanto è l'unico, tra i sacri Monti, ad essere dedicato ad un solo santo), mettendola in stretta relazione con quella di Cristo. Il secondo motivo è naturalistico: il complesso è ben inserito in un parco, con splendida vista sull'isola di san Giulio. Il terzo motivo è di carattere storico-artistico: il sacro Monte di Orta risale ad un periodo estremamente importante e ricco di avvenimenti, il cinquecento, con l'affermarsi del pensiero Luterano, la profonda crisi e successiva reazione della chiesa cattolica. I Sacri Monti vennero istituiti e voluti da san Carlo Borromeo per riaffermare in maniera tangibile i valori tradizionali, cercando di porre un argine all'avanzata del protestantesimo. Realizzato in tre differenti periodi, tra il 1590 ed il 1788, riflette in maniera evidente stili e gusti che si sono succeduti nei due secoli: dall'iniziale modello tardo rinascimentale, si passa al barocco, al rococò fino al neoclassico. Gli artisti che si sono succeduti nella realizzazione della monumentale opera (20 cappelle, 1 chiesa, 376 statue e circa 900 affreschi) sono numerosi, tra gli altri: Padre Cleto di Castelletto Ticino, Dionigi Bussola,  Giovanni d'Enrico, Cristoforo Prestinari, Carlo Francesco e Giuseppe Nuvolone, Pier Francesco Mazzucchelli, Carlo Beretta, Federico Bianchi, Stefano Maria Legnani. Ricca di tesori artistici è anche la chiesa dedicata ai santi Nicolao e Francesco con opere di Cantalupi, Busca e Procaccini.

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta


Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta


Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta


Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Sacro Monte di Orta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...