venerdì 23 agosto 2013

Valle Antrona: giro dei laghi Antrona e Campliccioli


Antronapiana  - lago di Antrona - lago Campliccioli (itinerario ad anello con dislivello totale di circa 600m). Una passeggiata veramente molto appagante, un pochino lunga, con un dislivello limitato e tante cascate. 

Itinerario in valle Antrona
Il panorama con il lago di Antrona dalla diga del lago Campliccioli
Il post di oggi è dedicato ad una gita davvero molto bella in valle Antrona, una delle sette valli che si diramano dalla val d'Ossola. Il punto di partenza è Antronapiana: prendendo la statale del Sempione bisogna uscire a Villadossola (proprio dopo l'area di servizio), seguendo le numerose e ben fatte indicazioni per la valle Antrona che va risalita per una quindicina di chilometri (attenzione ai limiti a 30 km orari in tutto il percorso). Arrivati ad Antronapiana si segue il cartello per il lago e si trovano dopo pochi metri i segnali gialli d'inizio sentiero (sulla destra) poco dopo l'area feste (possibilità di parcheggio gratuito).

Diciamo subito che la strada asfaltata prosegue fino alla diga del lago Campliccioli, eliminando gran parte del dislivello, ma il mio consiglio è comunque quello di fare tutto il sentiero perchè è veramente molto bello. Il primo tratto interseca la strada in due punti e porta al lago di Antrona in una quarantina di minuti: ci sono splendidi larici e alpeggi con un bel tratto a cavallo dell'immensa frana che nel lontano 1642 si staccò dal monte Pozzuoli ostruendo il torrente Ovesca, formando il lago della nostra prima meta. Bisogna a questo punto procedere sulla destra orografica del lago per una decina di minuti fino ad incontrare i segnali per il sentiero che porta alla diga Campliccioli (sulla sinistra subito dopo una panchetta in legno). Questa è probabilmente la parte più dura dell'intero tragitto ma il paesaggio ripaga ampiamente della fatica (tempo di percorrenza per questo tratto una quarantina di minuti). Una volta sbucati sulla strada la si percorre per poche decine di metri fino ad incontrare i segnali per l'imbocco del sentiero che corre sulla destra orografica del lago: il paesaggio è sempre più particolare ed affascinante con la diga, acque e numerose cascate, percorrendo il tragitto della linea ferroviaria costruita per facilitare il trasporto dei materiali utilizzati per la costruzione della diga (passando anche per una galleria). In poco tempo (questa parte è praticamente tutta pianeggiante), oltrepassato il capolinea si arriva e attraversa il ponticello sopra il torrente Troncone immersi in un paesaggio paradisiaco. Il percorso a questo punto ha una deviazione molto interessante: andando a destra (non temete comunque di perdervi il percorso è sempre ben tenuto e segnalato), si attraversa la splendida alpe Granarioli e ci si avvia a percorrere la strada del ritorno, sulla sinistra orografica dei due laghi; andando a sinistra si va verso il lago del Cingino famoso per gli “stambecchi acrobati” (ghiotti di sale arrivano ad arrampicarsi sulle ripidissime pareti della diga). Io ho fatto la mia sosta pranzo nei pressi della croce in legno con bella vista del Campliccioli (2 ore e 45 minuti di cammino foto comprese) superata l'alpe Granarioli ed ho iniziato la seconda parte del percorso ad anello attraversando alpeggi ordinati, verdi pascoli e nuove cascate fino alla diga con le infrastrutture dell'Enel (c'è anche una meridiana). Si tiene sempre la sinistra orografica del lago e si inizia a scendere verso Antrona attraversando un paesaggio più selvaggio (con una nuova bella cascata), percorrendo un sentiero meno battuto fino a raggiungere l'alpe Ronco. Dalle baite completamente ristrutturate di Ronco si scende in pochi minuti al lago di Antrona, si prosegue a sinistra fino ad incontrare la strada asfaltata
con i cartelli gialli con l'indicazione per Antronapiana riprendendo il sentiero fatto all'inizio (per il ritorno io ho impiegato più o meno 2 ore e 45 minuti di cammino sempre foto comprese).


Itinerari in valle Antrona
I cartelli d'inizio sentiero ad Antronapiana

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona
Bella fontana in legno poco dopo la prima "uscita" sulla strada asfaltata

Itinerari in valle Antrona

alpeggio salendo verso lago di Antrona

Itinerari in valle Antrona
Degli ometti e dei segnali biancorossi indicano la via nel tratto che attraversa la frana

Itinerari in valle Antrona
Aggiungi didascalia
Itinerari in valle Antrona
Il lago di Antrona

Itinerari in valle Antrona
La prima delle numerose cascate dell'itinerario in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona
salendo verso il lago Campliccioli: il sentiero è un po' più duro ma il panorama è stupendo

Itinerari in valle Antrona


Itinerari in valle Antrona
Il sentiero percorre in parte i binari della ferrovia utilizzata per il trasporto materiali della diga

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona
un'altra cascata poco prima del ponticello sul torrente Troncone

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona
superati i binari verso il torrente Troncone

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona
Si attraversa il torrente Troncone immissario del lago Campliccioli
larici

Itinerari in valle Antrona
Verso l'alpe Granarioli


Itinerari in valle Antrona
Alpe Ganarioli

Itinerari in valle Antrona

Itinerari in valle Antrona
Sullo sfondo il lago Campliccioli: il rientro con il sentiero sulla sinistra orografica dei laghi



Itinerari in valle Antrona
Alpe Vosancina

Ci sono le mucche: cani al guinzaglio


L'ennesima cascata

Itinerari in valle Antrona

cascata

Itinerari in valle Antrona
Una meridiana "recente"

Itinerari in valle Antrona
Alpe Ronco

Itinerari in valle Antrona
dall'alpe Ronco si scende poco prima della cascata: sono in corso i lavori per la costruzione di una passerrella che permetterà di passarci sotto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...