lunedì 29 aprile 2013

Orridi di Uriezzo

Una gita a piedi in valle Antigorio, Piemonte.

le valli del lago Maggiore
Valle Antigorio


Continuando ad esplorare il territorio che fa da cornice e circonda il lago Maggiore vi propongo una bellissima gita in Piemonte: siamo in valle Antigorio, prosecuzione naturale della val d'Ossola e porta d'ingresso per val Formazza e valle di Devero, in visita agli orridi di Uriezzo e alle marmitte dei giganti. Per raggiungere Baceno, punto di partenza dell'itinerario, bisogna percorrere la statale del Sempione, oltrepassare Domodossola prendendo l'uscita per Crodo e valle Formazza.

A Crodo, prima di entrare in paese sulla destra, conviene fermarsi all'ufficio turistico dove è possibile farsi dare la cartina della zona, utile per orientarsi pur essendo numerosi i cartelli ed il percorso segnalato. Gli orridi di Uriezzo principali sono tre (sud, nord est e ovest) e possono essere visitati partendo anche da Premia e Verampio: io ho scelto come punto di partenza Baceno con il sentiero che parte proprio a fianco della bellissima chiesa di san Gaudenzio (prossimo post).
Itinerari sul lago Maggiore
Il sentiero parte dalla chiesa di San Gaudenzio: estremo lato sinistro della foto
Il percorso completo è fattibile in circa 3 ore, non presenta particolari dislivelli ma necessita di scarponcini da montagna. Le “marmitte dei giganti”, raggiungibili in una mezzoretta di cammino su un bel sentiero quasi sempre pianeggiante, sono delle vere e proprie sculture naturali create dal fiume Toce nel corso dei millenni unitamente all'azione dei ghiacciai che coprivano tutta la zona. 

Itinerari sul lago Maggiore
Valle Antigorio, la prima parte del sentiero per gli Orridi di Uriezzo partendo da Baceno

Itinerari sul lago Maggiore

Itinerari sul lago Maggiore

Itinerari sul lago Maggiore
Marmitte dei Giganti

Itinerari sul lago Maggiore
Marmitte dei Giganti

Itinerari sul lago Maggiore
Marmitte dei Giganti

Itinerari sul lago Maggiore
Marmitte dei Giganti

Itinerari sul lago Maggiore

Itinerari sul lago Maggiore

Itinerari sul lago Maggiore

Lasciate “le marmitte” si torna sui propri passi e si raggiunge in poco tempo il primo orrido seguendo ben fatte indicazioni: siamo all'orrido sud, il più lungo, imponente e spettacolare. Gli orridi sono stati creati dall'azione di ghiacciai che arrivavano ad avere uno spessore di anche 1000 metri, unitamente al lavoro dei torrenti sotterranei nel corso dell'ultima glaciazione circa 14.000 anni fa. I ghiacciai si sono sciolti, l'acqua col passare degli anni ha modificato il suo percorso, così che oggi possiamo camminare nelle strette spaccature ed incisioni che si sono formate. Visitato l'orrido sud si seguono i cartelli per “altri orridi” percorrendo uno splendido sentiero con belle baite e con bellissimi panorami. Sempre seguendo le indicazioni si possono visitare gli altri due orridi, bello il nord est e “poco imponente” l'ovest: la vista sulla valle è d'altra parte spettacolare, il sentiero un pochino esposto ma messo molto bene in sicurezza. Visitato l'orrido ovest è possibile rientrare per il percorso fatto o proseguire con un sentiero che si percorre in circa mezzora (qui i segnali per Baceno, ad un bivio, si perdono e l'alternativa è Premia o Crodo: seguendo Premia, come ho fatto io , bisogna ridiscendere per qualche centinaio di metri sulla strada asfaltata).
Orrido sud
L'orrido sud

Orrido sud
Orrido sud


Orrido sud

orrido sud

Itinerari sul lago Maggiore
Valle Antigorio

Itinerari sul lago Maggiore
Valle Antigorio

Itinerari sul lago Maggiore
Valle Antigorio


Itinerari sul lago Maggiore

Orrido nord est
L'orrido nord est


Orrido nord est

Orrido nord est

Itinerari sul lago Maggiore
L'oratorio di santa Lucia, altro punto di partenza per gli orridi di Uriezzo
Itinerari sul lago Maggiore



Orrido ovest
L'orrido ovest
Itinerari sul lago Maggiore
La chiesa di San Gaudenzio rientrando da Premia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...