martedì 6 novembre 2012

Sacro Monte di Ghiffa


Alla scoperta dei luoghi dichiarati patrimonio dell'umanità dall'Unesco.
Una gita sulla sponda piemontese del lago Maggiore.


Parlando di lago Maggiore, Varesotto e Canton Ticino è doveroso soffermarsi sui luoghi che nel corso degli anni sono stati dichiarati dall'Unesco patrimonio dell'umanità (l'Unesco è un'autorità culturale internazionale che promuove e protegge beni di "eccezionale valore universale").

Essendo numerosi, interessanti e meritevoli di una visita saranno argomento di diversi post. Si possono ricordare tra gli altri i castelli di Bellinzona ed il monte San Giorgio in canton Ticino (quest'ultimo per entrambe le parti in Canton Ticino e nel Varesotto), i Sacri Monti in Piemonte e Lombardia (Sacro Monte di San Francesco d'Orta a San Giulio, Sacro Monte del Rosario di Varese Link al post sul blog, Sacro Monte della S.S. Trinità di Ghiffa) i siti palafitticoli preistorici nell'arco alpino (Isolino Virginia - Camilla - Isola di San Biagio a Biandronno, Bodio centrale o delle Monete a Bodio Lomnago, Il Sabbione o Settentrionale a Cadrezzate, Mercurago ad Arona.
° Siamo a Ghiffa, sulla costa piemontese del lago Maggiore. Ottima possibilità di parcheggio gratuito alle porte del Sacro Monte.
° Ghiffa si trova sulla costa piemontese del lago Maggiore, pochi chilometri a nord di Verbania Intra. Una volta arrivati in centro paese si trovano le indicazioni per il Sacro Monte, a pochi minuti d'auto.
° Il Sacro Monte di Ghiffa, detto anche Sacro Monte della Santa Trinità, è situato alle pendici del monte Cargiago a (360 m s.l.m.), in un bellissima posizione panoramica con vista sul lago Maggiore; fa parte del gruppo di Sacri Monti inseriti nel 2003 dall'Unesco nell'elenco dichiarato patrimonio dell'umanità. Il complesso è costituto dalla chiesa del santuario, tre cappelle e dal porticato della via crucis e fa parte di una riserva naturale con un'area boschiva di circa 200 ettari. Oltre alla visita del complesso religioso è possibile effettuare diverse escursioni e percorrere diversi sentieri tematici: ci sono percorsi ginnici, percorsi per disabili, un itinerario storico archeologico e un itinerario naturalistico. Voluto da San Carlo Borromeo, il Sacro Monte di Ghiffa non è, in realtà, mai stato completato: il progetto prevedeva infatti la realizzazione di cappelle dedicate a raffigurare episodi di Antico e Nuovo testamento. Ne sono state portate a termine 3 dedicate all'incoronazione di Maria, a San Giovanni Battista e ad Abramo. La chiesa è seicentesca e ingloba un antico edificio romanico.
La cappella di Abramo

La cappella di San Giovanni Battista

La cappella di Abramo, particolare

Il santuario dedicato alla SS trinità, sullo sfondo la cappella di San Giovanni Battista 

Il santuario dedicato alla SS trinità

Il santuario dedicato alla SS trinità

Il porticato della Via Crusis


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...