sabato 27 ottobre 2012

Villa Menafoglio Litta Panza


Villa Panza: un itinerario tra arte, storia, architettura e natura a Biumo Varese.

Da visitare nel Varesotto

Più semplicemente conosciuta come villa Panza si trova a Biumo Superiore, una frazione di Varese. Venne edificata a partire dal 1748 per volere del marchese Menafoglio e nel 1823 venne venduta al duca Pompeo Litta Visconti Arese. Negli anni successivi furono unificati villa e rustici confinanti e vennero affidati all'architetto Luigi Canonica, in epoca dal gusto neoclassico, lavori di ampliamento. Uno spendido giardino all'italiana fa da cornice alla villa.

lunedì 22 ottobre 2012

Val Verzasca: da Frasco all'Alpe Efra

Passeggiata tra autunno e inverno in canton Ticino: da Frasco 885 m all'alpe Efra 1686 m
Tempo di percorrenza totale, andata e ritorno, circa 5 ore (+ tempo per le foto).

Valle Verzasca


Come promesso nel post dedicato alla cascata della Froda a Sonogno eccoci ancora in Val Verzasca, con una gita un po' più impegnativa, sempre a caccia di cascate. Una passeggiata tra “autunno e inverno” in una valle selvaggia: le foglie cominciano a prendere i colori autunnali ed è caduta la prima neve. Frasco è il penultimo paese della valle, una ventina di chilometri da Locarno, circa 4 da Sonogno, la prima cascata si trova ancora prima di iniziare il sentiero, direttamente sulla strada cantonale proprio di fianco al mulino, poco prima della chiesa dove si può facilmente parcheggiare. 

Cascata a Frasco, sulla strada per Sonogno
Cascata a Frasco, sulla strada per Sonogno, nei pressi del mulino

Cascata a Frasco, sulla strada per Sonogno

Di fronte alla chiesa si trovano subito i cartelli gialli per alpe, lago e capanna d'Efra. Si percorrono dapprima poche centinaia di metri su una stradina asfaltata, un cartello ben fatto illustra le numerose passeggiate che si possono fare (e ce n'è davvero per tutti i gusti, anche per camminatori ben allenati), per poi iniziare il sentiero nel bosco sempre molto ben segnato in bianco e rosso. Superata una piccola cappelletta votiva ed i resti di due fornaci per la calce ben presto si comincia a sentire il caratteristico rumore di cascata che accompagna quasi tutto il percorso. I salti, piccoli, medi e grandi sono veramente numerosi e alcuni guadi rendono il percorso “avventuroso” anche se il dislivello è per un buon tratto limitato. Attraversata una delle ultime cascate il sentiero comincia a prendere una pendenza più marcata e comincia a comparire la prima neve che aumenta rapidamente mano a mano che si sale. Il tempo totale per arrivare all'alpe, con baite, una bella fontana in legno e splendida vista sulla valle è di circa due ore e trenta. Il proseguimento naturale del sentiero è il lago d'Efra e la capanna Efra dove ci sono una cucina attrezzata e 24 posti letto (ma la capanna causa neve non è raggiungibile).

Cascate e cascatelle tra Frasco e l'Alpe Efra

Cascate e cascatelle tra Frasco e l'Alpe Efra

Cascate e cascatelle tra Frasco e l'Alpe Efra

Valle Verzasca in autunno
Autunno in valle Verzasca

Valle Verzasca in autunno


Valle Verzasca in autunno

Valle Verzasca in autunno

Valle Verzasca in autunno

Valle Verzasca in autunno

Valle Verzasca in autunno

Alpe Efra dove è caduta la prima neve di stagione
Alpe Efra dove è caduta la prima neve di stagione

Alpe Efra dove è caduta la prima neve di stagione

Ambra all'alpe Efra
Ambra all'alpe Efra

Ambra all'alpe Efra

lunedì 8 ottobre 2012

Curiglia - Monteviasco - Viasco - Curiglia

Archivio fotografico varesotto, visita ad un paese unico: Monteviasco. 
Percorso ad anello Curiglia, Monteviasco, Viasco, Curiglia.
Itinerario a piedi con fotografie, alla scoperta di arte, natura e storia a due passi dal lago Maggiore.

Monteviasco
Monteviasco
 
La passeggiata di oggi è veramente molto bella, abbastanza lunga, ma dal dislivello limitato: dai 550 m al parcheggio della funivia, si arriva ai 925 m di Monteviasco, per proseguire fino ai 1081 dell'alpe Cortetti da dove il sentiero comincia a scendere. Il consiglio è di lasciare l'auto a Curiglia (dividendo così il lungo tratto su strada asfaltata, tutto in discesa, in due parti) proseguendo a piedi verso il piazzale per la funivia che porta a Monteviasco (2 km e 200 m). Da qui il famoso sentiero di circa 1400 gradini porta a Monteviasco in circa cinquanta minuti.

venerdì 5 ottobre 2012

Birreria Poretti a Induno Olona



Archivio fotografico varesotto:
il Liberty in provincia di Varese, villa Magnani e birreria Poretti.

birreria Poretti.
Birreria Poretti, in stile Liberty a Induno Olona
Parlare della birreria Poretti (acquistata alcuni anni orsono dal colosso danese della Carlsberg)porta a parlare di uno stile artistico, il Liberty (Varese e il varesotto in generale ne conservano ottime testimonianze), ma anche di un modo di fare industria affascinante, pionieristico e dai molti rischi, oggi piuttosto desueto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...