martedì 3 luglio 2012

Parco dell'Argentera, Cadegliano Viconago



Archivio fotografico varesotto:
Visita e fotografie del Parco dell'Argentera a Cadegliano Viconago.

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago
Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago


Siamo a Cadegliano Viconago in provincia di Varese. Parcheggio gratuito nei pressi dell'ingresso al parco.
Per arrivare al Parco dell'Argentera bisogna prendere la SS233 che da Ponte Tresa sale a Marchirolo. Dopo il bivio per Cadegliano Viconago, al termine della salita, sulla curva si incontrano due parcheggi, dove si può lasciare l'auto. Il parco si raggiunge in pochi minuti seguendo la pista ciclabile.

Vi sono due modi per raggiungere il parco dell'Argentera: in auto e in bicicletta: dell'auto ho dato indicazioni all'inizio della scheda; per quanto riguarda la bicicletta, bisogna percorrere la ciclabile che unisce Marchirolo a Lavena Ponte Tresa, seguendo il tracciato dell'antica tramvia (sono stati posizionati dei cartelli marroni che indicano l'inizio della pista). Partendo a Lavena Ponte Tresa la salita è faticosa, ma lo sforzo è decisamente ben ripagato. Se non amate particolarmente pedalare in salita, un'alternativa affascinante può essere la partenza dalla Valganna: lasciata l'auto nei pressi della Badia di Ganna (da visitare, è molto interessante) ci si dirige verso Cunardo, passando di fianco all'antico maglio. Si attraversa la provinciale, all'altezza della grande rotonda e si prosegue in direzione Marchirolo, prendendo poi la direzione per Lavena Ponte Tresa. Dopo alcune centinaia di metri in discesa, sulla sinistra, scorgerete i bellissimi mulini. 
Il parco è raccolto tutt'attorno al torrente Dovrana, immersi nella natura vi si gode una grande pace. Si può passeggiare alla scoperta delle numerose specie di piante, ammirare gli affreschi che adornano i vecchi mulini, fare jogging o riposare e leggere su una delle panchine. Se avete un cane potrete liberarlo - la strada rimane lontana - si divertirà un mondo a giocare con l'acqua e ad inseguire qualche altro amico a quattro zampe.
La storia dell'area è interessante ed aggiunge ulteriore fascino alla visita: i mulini ad acqua erano numerosi nella zona fin dal '700 e venivano utilizzati per la molitura di castagne, cereali e noci. Al principio del '900 la Valceresio, così come altre zone dell'alto Varesotto, divenne meta di vacanze ambita e rinomata e molte furono le ville cominciarono a sorgere nei luoghi più belli. L'area attorno al torrente Dovrana fu acquistata da un ricco signore che la trasformò in uno splendido parco: arricchì i mulini, ormai in disuso, di affreschi graffito, fece costruire vialetti, un piccolo lago, aggiunse numerose specie botaniche. In epoca successiva venne costruito il ponte per il passaggio della tramvia e col passare degli anni il parco venne abbandonato a se stesso. Nel 1997 per volontà della Comunità Montana della Valganna e Valmarchirolo vennero fatti importanti lavori di recupero, messa in sicurezza e restauro per riportare il luogo all'antica bellezza.
Se vi siete incuriositi e vi interessa saperne qualcosa di più, guardatevi questo bel video che ho trovato su Youtube (Link).
Tutta l'area è oggi visitabile gratuitamente, il parco è sempre aperto.

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago, mulino affrescato
Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago, mulino affrescato

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago torrente Dovrana
Il torrente Dovrana e sullo sfondo uno dei mulini affrescati

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago

Parco dell'Argentera Cadegliano Viconago

Altre foto le trovate nell'articolo del sito (Link) assieme alla mappa di Google.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...